Nel corso del progetto sono state svolte, quale esito delle attività di studio e ricerca coordinate dal promotore Opera Nomadi Nazionale, dall’Università Lucian Blaga di Sibiu e dal Museo di Storia Regionale “Academician Yordan Ivanov”, interviste a testimoni e superstiti della persecuzione subita da Rom, Sinti e Camminanti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Le interviste sono disponibili di seguito.

Rom e Sinti nella Seconda Guerra Mondiale: memorie della Resistenza e della deportazione

Il documentario è stato realizzato dal promotore Opera Nomadi Nazionale ed include la rielaborazione e l'arricchimento, con documenti inediti di archivio frutto di ricerche "desk", di preziosissimo materiale audiovisivo contenente l'intervista al partigiano decorato Amilcare de Bar detto "Taro"; l'intervista a Kemo Ahmetovich, nipote di un perseguitato che perì nel campo di sterminio di Jasenovach; una lunga intervista a Chemil Salkanovich, sopravvissuto alla deportazione nel campo di concentramento di Jasenovach.

Memorie della deportazione

Questo documentario è stato realizzato dall'Università Lucian Blaga di Sibiu, in collaborazione con l'Associazione Romani Criss di Bucarest. Esso è dedicato alla memoria delle terribili deportazioni in Transnistria subite dai Rom ad opera del regime di Antonescu.

I Rom, la Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza in Bulgaria

Il documentario è stato realizzato dagli studiosi del Museo di Storia Regionale "Academician Yordan Ivanov" e dell'Associazione Largo di Kyustendil e si compone di 10 interviste a testimoni diretti e indiretti della Resistenza al nazi-fascismo in Bulgaria.

 

È stato inoltre realizzato un e-book che raccoglie le riflessioni e le produzioni di giovani studenti delle scuole secondarie, sollecitate nel corso dei workshop interattivi.

Il volume è scaricabile da questo link.